Stabat Mater G.B. Pergolesi

2016-2017

sample image

Il Coro della Corte ha partecipato con le allieve di canto del M° Garcia allo studio ed esecuzione di tutta l'opera Stabat Mater di G.B.Pergolesi. Primo dei Laboratori di musica Barocca in programma. L'opera è stata eseguita il 10 aprile 2017 presso la chiesa S.Martino in Villapizzone, piazza Villapizzone 10, Milano.

 

G.B Pergolesi - Lo Stabat Mater e la morte (1736)

In tutta la sua breve carriera, parallelamente all'attività operistica, Pergolesi fu un fecondo autore di musica sacra, ma è solo ai suoi ultimi mesi di vita che dobbiamo la composizione di quelli che sono considerati il suo lascito più importante in questo ambito: si tratta del suo Salve Regina del 1736 e soprattutto del coevo Stabat Mater per orchestra d'archi, soprano e contralto, che la tradizione vuole sia stato completato il giorno stesso della sua morte. È certa, come si rileva nello studio dell'autografo, una grande fretta di scrivere, confermata da numerosi errori, parti di viole mancanti o soltanto abbozzate, e più in generale un certo disordine tipico di chi ha poco tempo davanti a sé. Tanto che in calce all'ultima pagina dello spartito scrisse di suo pugno "Finis Laus Deo", quasi a mostrare il sollievo per aver avuto "il tempo necessario per concludere l'opera". È da ricordare come la musica dello Stabat Mater pergolesiano sia da sempre estremamente apprezzata, tanto che Johann Sebastian Bach la utilizzò per farne una parafrasi (modificando l'orchestrazione della viola ed aggiungendovi l'uso di un coro), nel suo salmo Tilge, Höchster, meine Sünden (BWV 1083). La parabola artistica di Pergolesi, afflitto dall'infanzia da seri problemi di salute - si ritiene fosse affetto da spina bifida o da poliomielite, come mostra la caricatura di Ghezzi che lo raffigura con la gamba sinistra più corta e sottile della destra - si compì in appena cinque anni. Morì di tubercolosi a soli 26 anni, nel 1736, nel convento dei cappuccini di Pozzuoli. Fu sepolto nella fossa comune della Cattedrale di San Procolo.

 

Stabat Mater  

1.- Stabat Mater: Coro

2.- Cujus animam: Soprano solista

3.- O quam tristis: Coro

4.- Quae morebat: Mezzo-soprano solista

5.- Quis est homo: duetto (Soprano e Contralto)

6.- Vidit suum: Soprano solista

7.- Eja Mater: Contralto solista

8.- Fac ut ardeat: Coro

9.- Sancta Mater: duetto (Soprano e Contralto)

10.- Fac ut portem: Controtenore solista

11.- Inflamatus: duetto  (Soprano e Contralto)

12.- Quando corpus: duetto (Soprano e Contralto)        

Amen: Coro